Il Ministro della PA, Zangrillo: “Gli enti locali una risorsa. Così aiuto i piccoli Comuni”

Il Ministro della PA, Zangrillo: “Gli enti locali una risorsa. Così aiuto i piccoli Comuni”

In un’intervista rilasciata a Il Giornale, il Ministro della Pubblica Amministrazione Zangrillo ha speso delle importanti parole per gli enti locali e i piccoli Comuni. 

Tra gli ultimi provvedimenti della Legge di Bilancio, compare il rinnovo dei contratti dei dipendenti pubblici e un rafforzamento del personale. A tal proposito, il Ministro dichiara:«È stato un mese di studio, nel quale ho analizzato i principali dossier e i tanti progetti in cantiere, con l’obiettivo di dare continuità alle azioni che puntano alla semplificazione e all’innovazione, per combattere la falsa narrazione di una Pa lenta e ripiegata su se stessa. Ho trovato al contrario professionalità e passione, che intendo valorizzare fornendo ai 3,2 milioni di dipendenti pubblici adeguati strumenti, così da accrescere in loro motivazioni e senso di appartenenza. Se si vuole far funzionare un’organizzazione, bisogna partire dal mettere al centro le persone che ne fanno parte». 

«Dal mio insediamento ho firmato i contratti collettivi nazionali di tre comparti fondamentali per il Paese come sanità, istruzione ed enti locali. Accordi attesi da tempo, che introducono benefici retributivi importanti, permettendo a circa 2,2 milioni di dipendenti, cioè l’85% del personale pubblico, di trascorrere un Natale più sereno. Oltre a prevedere nuove regole sulla classificazione professionale e a liberalizzare i percorsi di carriere, economici e giuridici, coniugando merito, formazione ed esperienza professionale» ha continuato Zangrillo. 

Altri due importanti temi toccati dal Ministro sono Pnrr e l’assunzione di nuovo personale come i segretari comunali. «Il Pnrr è una opportunità unica. I progetti ci sono, ora si tratta di metterli a terra per dare vita a un cambiamento epocale che solo attraverso la piena sinergia di tutti gli attori coinvolti potremo calare sui territori. I comuni sono il motore essenziale di questa impresa ed io, a conferma del valore che da sempre il mio partito, Forza Italia, attribuisce agli enti locali, sono al loro fianco – continua – sono davvero soddisfatto di essere riuscito a inserire nella manovra, in accordo con il ministero dell’Interno, una norma che sostiene la spesa per i segretari comunali dei piccoli comuni, quelli sotto i 5mila abitanti. Figure ad alta professionalità indispensabili per le sfide del Pnrr che le amministrazioni locali potranno utilizzare grazie al Fondo assunzioni Pnrr da 30 milioni di euro annui fino al 2026. Servono risposte all’altezza del momento storico che stiamo vivendo e tutta insieme la Pubblica amministrazione centrale e periferica, che è infrastruttura nodale, deve essere quanto più vicina ai cittadini. Una sensibilità, questa, che ho maturato negli intensi anni di lavoro sul territorio come coordinatore piemontese di Forza Italia».

Inoltre, ha difeso i sindaci dal mirino della magistratura, spesso politicizzata. Il Ministro concorda sulla revisione del reato di abuso d’ufficio e dichiara: «È un tema fondamentale: gli amministratori devono essere messi nelle condizioni di assumere decisioni e agire in tempi rapidi per promuovere la crescita e disarcionare la burocrazia difensiva per il bene pubblico. Per questo motivo ho avviato una interlocuzione con tutti i soggetti competenti per far sì che la funzione dei sindaci e degli amministratori sia tutelata in modo corretto».

 

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos