Nuove assunzioni, 2800 tecnici nei Comuni per il Recovery e i Fondi Ue

Nuove assunzioni, 2800 tecnici nei Comuni per il Recovery e i Fondi Ue

La legge di bilancio 2021 prevede che,  a decorrere dal 1° gennaio 2021, le amministrazioni pubbliche, le autorità di gestione, gli organismi intermedi e i soggetti beneficiari delle regioni del Mezzogiorno, tra cui Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia possono assumere, con contratto di lavoro a tempo determinato di durata corrispondente ai programmi operativi complementari e comunque non superiore a trentasei mesi, personale non dirigenziale in possesso delle connesse professionalità nel limite massimo di 2.800 unità entro la spesa massima di 126 milioni di euro annui per il triennio 2021-2023. (GUARDA L’INFOGRAFICA MINISTRO PER IL SUD E MINISTRO PA)
I profili professionali messi a bando sono:
1)Tecnico ingegneristico, riguardante, la progettazione tecnica, esecuzione di opere e interventi pubblici e gestione dei procedimenti legati alla loro realizzazione;
2)Esperti Gestione, rendicontazione, controllo, che consiste in azioni di supporto alla programmazione e pianificazione degli interventi, nonché alla gestione, al monitoraggio e al controllo degli stessi ivi compreso il supporto ai processi di rendicontazione richiesti dai diversi soggetti finanziatori, anche attraverso l’introduzione di sistemi gestionali più efficaci e flessibili tra le Amministrazioni e i propri fornitori;
3)Progettista, animatore territoriale, innovazione sociale, riguardante, la progettazione e la gestione di percorsi di animazione e innovazione sociale basati sulla raccolta dei fabbisogni del territorio e la definizione e attuazione di progetti/servizi per la cittadinanza;
4) Amministrativo giuridico, che consiste in azioni di supporto alla stesura ed espletamento delle procedure di gara ovvero degli avvisi pubblici nonché della successiva fase di stipula, esecuzione, attuazione, gestione, verifica e controllo degli accordi negoziali derivanti;
5)Process data analyst, che consiste in analisi dei sistemi esistenti e definizione di elementi di progettazione di dati logici per i sistemi richiesti dai fabbisogni.

Per l’accesso a tutti i profili, sono ammesse tutte le lauree.
La procedura concorsuale si svolgerà in modalità digitale mediante due fasi selettive:
a) una valutazione preliminare dei titoli che non potranno superare il valore massimo complessivo di 10 punti, divisi tra titoli di studio (massimo 3 punti) e altri titoli legati all’esperienza professionale (massimo 7 punti);
b) una prova scritta digitale (pc/tablet) a risposta multipla, che si svolgerà in sedi decentrate, al fine di limitare lo spostamento dei candidati sul territorio e ridurre i rischi di contagio da COVID-19.
Ai candidati saranno somministrati n.40 quesiti a risposta multipla a cui rispondere in 60 minuti, il cui punteggio massimo attribuibile è di 30 punti, mentre il minimo è di 21/30.
Lo svolgimento della prova avverrà nel rispetto della trasparenza della procedura e del principio dell’anonimato e, a conclusione della prova, il sistema digitale abbinerà i risultati dei questionari ai nominativi dei candidati.
Per l’organizzazione del concorso, il Dipartimento della funzione pubblica si avvarrà di FORMEZPA, che renderà disponibile la piattaforma digitale «STEP ONE 2019» attraverso cui, il candidato accederà tramite il sistema SPID per inviare la candidatura, a partire dal giorno di pubblicazione del bando in Gazzetta Ufficiale e per i successivi 15 giorni e inserire i propri titoli:
-In una prima scheda inserisce i dati che attestano il possesso dei requisiti per la partecipazione al concorso;
-In una seconda scheda inserisce i titoli posseduti in base a quanto previsto dal bando;
-In base al punteggio totale attribuito ai titoli (che si sommerà al voto conseguito nella prova scritta) il sistema genererà automaticamente cinque graduatorie (una per ciascun profilo concorsuale) che saranno validate dalle commissioni esaminatrici, per un numero di circa 8.400 candidati totali da ammettere alla prova scritta digitale a risposta multipla;
– Verranno valutati i titoli di studio e i titoli professionali, valorizzando l’esperienza curriculare dei candidati.
Le commissioni esaminatrici stileranno, infine,  le graduatorie finali di merito sulla base del punteggio complessivo conseguito dal candidato nella prova scritta digitale a risposta multipla e nella valutazione dei titoli.

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos