Presentato il bando per l’edilizia residenziale: 300 milioni. Tempi e criticità

Presentato il bando per l’edilizia residenziale: 300 milioni. Tempi e criticità

All’Auditorium dell’Isola C3 del Centro Direzionale di Napoli, alla presenza del Presidente della Giunta regionale Vincenzo De Luca e dell’Assessore al Governo del Territorio Bruno Discepolo, si è tenuta la presentazione del Bando per la riqualificazione della edilizia residenziale pubblica (SCARICA E LEGGI) che attinge alla misura 11 del Fondo Complementare al PNRR – Programma Sicuro, verde e sociale: riqualificazione edilizia residenziale pubblica (D.L. 59/2021). Un incontro con una settantina di sindaci capitanati dal Presidente di Anci Campania, Carlo Marino, e dal Segretario Generale, Aniello D’Auria.
Il Bando, come noto, è rivolto ai comuni della Regione Campania proprietari di patrimonio ERP e all’ACER. Ai primi vengono destinate risorse per € 150.555.121,25. Prevista una riserva finanziaria a favore del Comune di Napoli (€ 60.000.000,00) ed una a favore dei progetti presentati dall’ACER (€ 85.000.000,00), per un totale complessivo di oltre 295 milioni di euro (295.555.121,25) sui 2 miliardi disponibili (DPCM 15 settembre 2021).
GLI OBIETTIVI – Obiettivo del Bando è favorire l’incremento e la riqualificazione del patrimonio di edilizia residenziale pubblica di proprietà dei Comuni e dell’ACER, attraverso interventi di recupero, ivi compresi la demolizione e la ricostruzione, e di rigenerazione degli spazi di pertinenza dei fabbricati.

LE PRIORITA’ – Secondo le indicazioni del D.P.C.M. 15 settembre 2021 viene stabilita una priorità agli interventi che ricadono nella zona sismica 1 e 2 (la quasi totalità del territorio regionale) e che migliorano contemporaneamente la sicurezza sismica e la classe energetica degli edifici (da raggiungere minimo la classe di prestazione B). Non viene richiesto un livello minimo di progettazione, indicando solo una premialità per i soggetti proponenti che dispongono di progetti definitivi ed esecutivi.

I TEMPI – Le istanze vanno redatte sulla base del modello Allegato B) “Scheda di sintesi” (SCARICA E LEGGI) e corredate obbligatoriamente dal Prospetto sintetico allegato C) (SCARICA E LEGGI) da compilare con i dati e i costi del progetto da finanziare. Entro il 20 dicembre 2021 entrambi i documenti (Allegato B e C) vanno trasmessi sia in formato editabile che in formato pdf firmato digitalmente dal legale rappresentante dell’Ente esclusivamente via PEC all’indirizzo: dg5009.uod03.ers@pec.regione.campania.it
DISCEPOLO – «Questo non sarà l’ultimo bando, ma è quello con maggiore dotazione. Per ottenere queste risorse abbiamo vinto resistenze e superato molti ostacoli, il tema casa era sparito dall’agenda del Governo. Ora i Comuni facciano bene e presto».

MARINO – «Chiedete ai Comuni di fare presto e bene. Siamo pronti perché è un bando molto importante e disponibili a strutturare uno Sportello per l’assistenza tecnica ai Comuni. Ma occorre prevedere risorse per il personale interno come già successo per il Programma Innovativo Nazionale per la Qualità dell’Abitare (PinQua)».

DE LUCA – «I Comuni sono chiamati a superare l’urbanistica di carta e a lavorare su terreni concreti altrimenti c’è il rischio di perdere le risors. Dico che su questo tema il ruolo dei Comuni è fiondamentale, per questo, anche attraverso Anci Campania, ci segnalino tempestivamente colli di bottiglia e criticità»

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos