Vaccinazione, un docente su quattro in attesa della prima dose

Vaccinazione, un docente su quattro in attesa della prima dose

Anche questa settimana (dal 26 aprile al 2 maggio) la Campania registra il maggior numero di infetti (91.237), leggermente inferiore al dato di 7 giorni fa (92.331). Tuttavia, il 98% di essi è in isolamento domiciliare e solo il 2% è in regime di ricovero ospedaliero. Nella settimana in esame il numero dei positivi in Campania è calato da 12.713 a 11.966 (-6%), sebbene resti alta la percentuale dei positivi sintomatici (32%), ancorché in regime di isolamento domiciliare. L’indice Rt passa a 1.08: il più alto d’Italia. A causa di ciò la Campania presenta una trasmissibilità compatibile con uno scenario di tipo 2, pur in presenza di un calo dell’incidenza media settimanale che passa da 229 a 223.
Un dato decisamente superiore a quello medio nazionale, anch’esso calato in questa settimana da 155 a 138. Insomma, nella nostra Regione ci sono troppi positivi e troppi sintomatici in isolamento domiciliare. Calano i ricoveri nelle aree mediche (1.467 vs 1.511) mentre crescono quelli nelle terapie intensive (143 vs 137), sebbene i tassi d’occupazione dei posti letto siano entrambi sotto soglia d’allerta (35% in aree mediche e 22% in terapia intensiva). I prospetti che seguono illustrano l’evoluzione dei nuovi casi registrati nelle ultime 9 settimane in Italia e in Campania, e l’evoluzione dell’incidenza della diffusione virale su 100 mila abitanti nelle 8 settimane appena trascorse.

 

 

Sul versante vaccinazione, dall’analisi del report elaborato settimanalmente dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, al 30 aprile 2021, il 15% degli ottantenni sarebbe ancora in attesa della prima dose. La percentuale cresce sino al 26% per il personale scolastico. Ciò induce fondatamente a ritenere che, pur in presenza di una ripresa delle attività didattiche in presenza, un docente su quattro è ancora in attesa di ricevere la prima somministrazione. In Campania, sempre in base ai dati ministeriali, le percentuali sono: per gli over 80, il 24% è ancora in attesa della prima dose, mentre per il personale scolastico la percentuale è del 22%. Ulteriore elemento di riflessione è la quantità di persone fragili vaccinata in Campania rispetto alla media nazionale. In Campania, un quarto delle somministrazioni è stato destinato alla categoria “Fragili e Caregiver” (il 25% vs 16% medio nazionale). Significativo è anche il valore della categoria residuale “Altri Soggetti”, anche se in essa potrebbero essere confluiti anche altre categorie (quali i soggetti di età compresa tra 50 e 59 anni) che, allo stato, non hanno una loro specifica collocazione.


Il Direttore Scientifico e Responsabile dello Sportello Salute ANCI Campania
Antonio Salvatore

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos